vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Varisella appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Cappella di San Biagio

L’antichissima cappella, costruita su una piccola altura posta alla confluenza fra due rii, sembra costituire un elemento delle fortificazioni murarie del castello che sorgeva a poca distanza da essa e alla cui storia è intimamente legata. Infatti, nell’elenco delle dipendenze della pieve di Liramo la cappella dedicata a San Biagio viene identificata come chiesa del castello di Baratonia e, cosa rilevante, era l’edificio in cui veniva amministrata la giustizia.

Verso la fine del XV secolo l’abside venne affrescata, probabilmente riaffrescata, con l’immagine di Dio Padre circondato dagli evangelisti nella parte alta e dagli apostoli in quella sottostante. Sia la visita pastorale compiuta da Monsignor Carlo Broglia nel 1584, che da Monsignor Francesco Luserna Rorengo di Rorà nel 1772, accennano brevemente a queste pitture.

Il progressivo spopolamento di Baratonia e l’abbandono del castello produssero effetti nefasti sulla sorte della cappella, che appare sempre più “una chiesa antica ormai derelitta”.

Nel 1904, per iniziativa di don Zeppegno, si prolungò l’edificio e si invertì l’accesso demolendo l’abside e con esso gli affreschi di cui era adornata.

Degli affreschi che decoravano le pareti laterali si sono potuti salvare pochi frammenti di una Madonna in trono con Bambino, probabilmente seduta in braccio a Sant’ Anna (di quest’ultima si intravede una mano che stringe delicatamente a sé la Madonna), secondo l’iconografia della Sant’Anna Metterza ossia messa in terzo piano dietro la Vergine e il bambino Gesù e, accanto ad essi, Sant’Antonio abate tormentato da un diavolo.

I frammenti degli affreschi sono stati restaurati e dal 2000 conservati nella parrocchiale di San Nicola.